Menu

Informazioni

+393450678602

Menu

Il Live Club

Locale storico della capitale, il Jailbreak Live Club è considerato il tempio del rock  fin dal 2001.  E’ situato sulla Tiburtina ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.

Come lo stesso nome suggerisce, tratto da una nota canzone degli australiani AC/DC, anche l’arredamento è rigorosamente in stile. L’atmosfera e l’accoglienza riconducono a quel mood artistico, vibrante, dei pub londinesi in cui si vive a pieno l’essenza dei live.

La stagione va principalmente da fine settembre a maggio, il mese di giugno è invece riservato alle esibizioni delle scuole. La ricca programmazione si articola tra molteplici sfaccettature che, come un’istantanea, raffigurano il panorama musicale contemporaneo.

Viene offerto agli artisti un contesto professionale, moderno, curato in ogni dettaglio sia per il sound che per le luci.

Elisa, nel 2010, scelse il Jailbreak per festeggiare con i suoi fan il suo compleanno, l’Elisa’s Birthday Party e anche i Sonohra sono venuti a febbraio 2018 per presentare il loro nuovo singolo, ‘’Per ricominciare’’. Tanti i nomi che hanno calcato il palco, come i Finley e i Rezophonic.

Si sono esibiti i capostipiti che hanno forgiato le pagine più importanti della storia, come il terzo batterista dei Ramones, Richie Ramone, Marky Ramone e i Marky Ramone’s Blitzkrieg, il fratello di Jimi Hendrix, Leon, e il chitarrista statunitense Eric Sardinas con i suoi Big Motor. Il rock di Bryan Baker, l’hair metal vecchia scuola degli Shameless e lo sleaze dei  Crashdïet, accorsi in occasione del loro ‘’Generation Wild Tour 2010’’, in cui presentarono al pubblico italiano per la prima volta l’assetto con l’allora cantante, Simon Cruz. Si sono esibiti anche i Confess, i Vanity BLVD (Boulevard ndr), le Thundermother, Russell Allen dei Symphony X , Gus G con i Firewind . Si tratta di una vasta gamma di artisti, tra cui il famoso bassista statunitense Marco Mendoza (Whitesnake,Thin Lizzy), Ross The Boss (Manowar, The Dictators) e gli Orphaned Land dal lontano Medio Oriente, così come lo shredder più veloce del mondo Michael Angelo Batio.

Per quanto riguarda la compagine musicale italiana, ricordiamo i Vision Divine, Roberto Tiranti con i Wonderworld, gli Arthemis di Andy Martongelli, i DGM e i Dragonhammer.

Il Jailbreak Live Club ha un particolare occhio di riguardo per l’underground della penisola e non solo, mantenendo così vivo lo spirito della musica live.

E’ un percorso che tutto lo staff costruisce ogni giorno. Noi con voi, voi con noi.

 

Menu